Efebo: nell’arte greca e romana "http://it.wikipedia.org/wiki/Statua" \o "Statua" statua di soggetto ignoto che rappresenta un giovane uomo, dal termine greco efebìa, che indicava la condizione legale dei giovani al primo gradino dell’arruolamento di leva, quindi il primo gradino dell’età adulta che sanciva l’uscita dall’infanzia; ad Atene, ad esempio, si era “efebi” tra i 18 e i 20 anni

Eracle: l’Ercole dei Romani. Figlio di Zeus e di una donna mortale, Alcmena, fu perseguitato fin dalla nascita dall’odio di Era (la Giunone romana), e costretto, già da bambino ad imprese straordinarie. Euristeo gli impose poi di compiere le famose Dodici Fatiche; protetto da Atena, rappresenta l’emblema della forza e dell’intelligenza umana vittoriosa sulla natura. E’ l’eroe per eccellenza del mondo greco e romano e grazie alla sua forza portò a compimento innumerevoli imprese, e, dopo una vita costellata di prove, spesso causate dell’odio di Era, la moglie divina di Zeus, venne assunto tra gli dei dell’Olimpo. La venerazione di cui fu oggetto nell’antichità lo rese assai popolare nelle arti figurative e l’eroe divenne un modello divino per sovrani e imperatori. E’ anche il personaggio maggiormente rappresentato nella ceramica attica. L’ Ercole romano - con le caratterizzazioni del Victor e dell’Invictus - era protettore dei commerci, guida degli eserciti e dei generali vittoriosi e a partire dal II sec. d.C. divenne anche figura simbolica dell’imperatore in quanto garante della civiltà dell’impero

Ermetta (= piccola erma): nella scultura greca e romana l’erma è un pilastrino a sezione quadrangolare sormontato da una testa scolpita a tutto tondo; il nome deriva dal fatto che in Grecia, specialmente in Attica, spesso raffigurava il dio Ermes. Presso i Romani assunse il carattere di un ritratto con funzione celebrativa di poeti, filosofi e uomini politici

Eroti: nell’arte greca e romana indica la raffigurazione di un bambino, spesso rappresentato con le ali, simbolo della figura infantile di Eros, dio dell’amore

Età augustea: periodo dal 27 a.C. al 14 d.C., corrispondente al regno dell’imperatore Augusto

Età del Bronzo: primo periodo della protostoria, suddiviso in più fasi. In Piemonte va dal 2200 al 900 a.C.

Età del Ferro: secondo periodo della protostoria, suddiviso in più fasi. In Piemonte va dal IX al I secolo a.C., quando si compie la romanizzazione del territorio

Età giulio-claudia: periodo dal 27 a.C. al 68 d.C., corrispondente al regno della dinastia dei Giulio-Claudii, da Augusto a Nerone

Ethnos: termine del greco antico che significa “popolo, razza” e indica genericamente un insieme di individui che condividono in modo piuttosto stabile diverse caratteristiche, tra cui una lingua, una cultura, un territorio.