Datazione: I-II secolo d.C.
Materiale: bronzo
Dimensioni: lunghezza cm 4,7
Provenienza: Pollenzo

 
Sigillo configurato a piccolo piede

I sigilli in bronzo (signacula aenea) sono piuttosto diffusi nelle collezioni museali. Per dimensioni e tipi di scritte dovevano essere funzionali a una molteplicità di oggetti. Se l’uso su materiale fittile non è da escludersi, l’utilizzazione più probabile sembra quella su merci e derrate deperibili, come le forme di pane, di cui possediamo eccezionali esempi a Pompei, verosimilmente contrassegnate dal proprietario prima di essere portate al forno comune di quartiere. Alcuni sigilli recavano formule augurali, come l’esemplare da Pollenzo, a forma di piede calzato con la formula “utere felix” (“stai bene”).