La meridiana affrescata sul fronte meridionale

La meridiana affrescata sul fronte meridionale. Sopra il quadrante, oltre alla data 1842, sono raffigurati, poggianti sopra la cornice ed ai lati di una sfera armillare, un tralcio di alloro, una riga e un compasso (a sinistra), un tralcio di quercia, una squadra ed un foglio su cui sono tracciate linee radiali e numeri (a destra); alle estremità sono appollaiate due aquile, che trattengono nel becco i lembi di un velo ricadente sul quadrante, dove si legge il motto: “Virtus saepe neglecta” e sotto a sinistra il nome del pittore “Stecca” (un tempo seguito da “Batta”). Più sotto tra le due mensole a trompe-l’oeil corre la scritta: “Virtus ex se ipsa pulcherrima merces”.