Il Santuario della Madonna dei Fiori di Bra venne costruito nel 1626, sul luogo ove una piccola cappella ricordava la miracolosa apparizione della Vergine Maria ad Egidia Mathis, avvenuta secondo la tradizione il 29 dicembre 1336. La facciata del santuario fu modificata nel 1844 (quella seicentesca è documentata da fonti iconografiche di primo Ottocento) su progetto dell’architetto Carlo Reviglio della Veneria, che ne ridisegnò anche l’interno e, nel 1879, progettò un nuovo campanile. La facciata, d’impronta neoclassica, è preceduta da un pronao a quattro colonne sormontato da un’ampia finestra semicircolare. Nel 1933 venne iniziata la costruzione, accanto al complesso antico, del santuario nuovo, su progetto dell’ingegnere Bartolomeo Gallo. Molto più ampio e monumentale del precedente, a pianta centrale, presenta anch’esso una facciata preceduta da un alto pronao con quattro colonne, affiancata da due campanili gemelli.